Frumento Tenero Piemonte - Farina ViVa

LA COLTIVAZIONE DI FRUMENTO TENERO IN PIEMONTE

Ultima modifica: 07/06/2018

La coltivazione del frumento tenero sul territorio piemontese, quali sono le caratteristiche che incidono sullo sviluppo e la salubrità del grano portate dal microclima del Piemonte

Il frumento tenero è un cereale che può essere seminato sia in paesi più caldi come l’Africa, sia in quelli più freddi come il Canada. A livello di composizione di terreno non ha nessun problema, infatti può crescere sia nell’argilla che nella sabbia.

Preparazione alla semina – Campi filiera ViVa

Da queste prime considerazioni si potrebbe quindi pensare ma perché allora in Piemonte il frumento tenero è migliore che in molte altre parti del Mondo? La risposta è che, nelle zone dove seminiamo il nostro grano ci sono delle combinazioni tra il terreno e il nostro microclima che ne favoriscono particolarmente la salute della pianta e quindi del prodotto stesso.

Per capire il perché, bisogna prima sapere di cosa ha bisogno la pianta di grano per crescere bene, sia dal punto di vista produttivo che da quello della sanità. Innanzitutto non c’è un terreno, come abbiamo già detto sopra, ideale per la coltivazione. Infatti si può seminare ovunque, ma se si semina in terreni argillosi bisogna sperare che non sia un’annata troppo piovosa, in quanto la composizione del terreno tratterrebbe troppo l’acqua che provocherebbe la formazione di funghi e quindi di tossine. Se si semina in terreni sabbiosi, al contrario di quelli argillosi, bisognerebbe sperare di non avere un’annata troppo secca, in quanto i terreni che vengono scelti per seminare il grano solitamente sono quelli non irrigui, questo perché nei campi in cui c’è la possibilità di bagnare solitamente vengono coltivate colture che necessitano di molta acqua. Un altro fattore che influenza in modo particolare la qualità del prodotto, è che non devono esserci temperature troppo elevate nei mesi di Maggio e Giugno, con escursioni termiche tra il giorno e la notte troppo elevate, in quanto la maturazione del cereale sarebbe troppo veloce e ne perderebbe la qualità appunto.

Grano tenero piemonte - Farina ViVa
Grano tenero in fioritura – campi filiera ViVa

Questi fattori climatici, che influenzano negativamente la produzione e la qualità del frumento, nella nostra area pedemontana per nostra fortuna vengono fortemente limitati. Infatti anche se i nostri terreni possono essere sia argillosi che sabbiosi, grazie alla presenza delle Alpi si viene a crea un clima non troppo piovoso ma nello stesso tempo nemmeno troppo secco, che permette al prodotto di crescere in modo sano e con buone produzioni. Inoltre, essendo sempre vicini alle montagne il clima è più fresco e con escursioni termiche minori tra il giorno e la notte. Infatti, rispetto a zone come l’Emilia Romagna o Veneto, dove si hanno temperature, umidità ed escursioni termiche molto più elevate, da noi il frumento ha una maturazione più lenta, che gli permette di avere una qualità organolettica migliore, questo perché il chicco maturando più lentamente riesce a formarsi in modo più completo. Ma non solo, questo microclima che si crea da noi, riduce moltissimo la formazione di funghi e tossine che possono creare problemi specialmente per la sanità del prodotto.

Grano tenero piemonte 2 - Farina ViVa
Grano tenero pronto per la mietitura – Campi filiera ViVa
Frumento Tenero Piemonte - Farina ViVa